Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘cacao’

trochetto-alle-castagne

Rieccomi con un altro post scritto tra un pensile e l’altro in una stanza colma di scatoloni, pieni delle più svariate forme e misure di stampi, piatti, pentole, padelle e chi più ne ha più ne metta …

Ha ragione mia mamma quando dice che  nella mia cucina ci sono più aggeggi che in un ristorante !!!

Per chi ancora non lo sapesse sto risistemando casa , cucina nuova e , si spera più spaziosa …

I lavori sembrano non finire mai, anche perchè pare che sia più facile avere un udienza dal papa piuttosto che  appuntamento da un fabbro, imbianchino o muratore…

Mi scuso perciò per la mia scarsa presenza di questo periodo ma ho davvero poco tempo per stare al pc e dato che la metà lo passo ad attraversare gli scatoloni per arrivarci … fate un po’ voi!

Il dolce di oggi,a parere di chi lo ha assaggiato, è davvero molto buono, sinceramente credo necessiti ancora di qualche modifica e , a dire il vero, la crema che leggerete è già stata leggermente “aggiustata”, ciò non toglie che potreste prepararla secondo il vostro gusto visto che le mie dosi non sono precisissime poichè , generalmente, questo impasto lo preparo ad occhio.

TRONCHETTO ALLE CASTAGNE

Per il rotolo :

  • 4 uova
  • 150 g di zucchero
  • 100 g  di farina
  • 20 g di fecola di patate
  • i semi di mezza bacca di vaniglia
  • sale
  • Separare i tuorli dagli albumi, sbattere i tuorli con metà dello zucchero e la vaniglia fino a che il composto non diventa chiaro e gonfio ; aggiungere la farina mescolata alla fecola ,poco alla volta, alle uova facendola cadere da un setaccio.
    Montare a neve gli albumi con il restante zucchero e un pizzico di sale e amalgamare all’ impasto, poco alla volta, con una spatola con movimenti dal basso verso l’alto.

    Foderare una teglia quadrata (32 cm ) con carta da forno e versare l’impasto, infornare a 180° per 10 min (la pasta biscotto deve appena colorarsi).

    Una volta cotto bagnare uno stofinaccio di cotone strizzarlo bene, mettere il “biscotto” e arrotolare lasciandolo  così fino a quando non si raffredda.

    Per la crema di castagne e cioccolato:

    • 400 g di purea di castagne ( ottenuta lessando le castagna sbucciate in acqua, sale ed alloro e passate al passaverdura)
    • 100 g di cioccolato fondente ( 75 % di cacao )
    • 3 cucchiai rasi di cacao amaro
    • 150 g di zucchero a velo ( meglio aggiungerlo poco alla volta così da raggingere la ” dolcezza” desiderata)
    • 60 ml di latte
    • 80 g di burro
    • i semi di mezza bacca di vaniglia
    • mezzo bicchierino di rum

    Sciogliere il cioccolato con il latte ed il burro a bagnomaria ed amalgamare tutti gli ingredienti con un mixer ( io ho usato l’impastatrice con il “k”) tenendo presente che la crema, una volta in frigo tenderà a solidificare quindi se il composto risultasse troppo ” duro” è bene aggiustarlo con dell’altro latte.

    Per la crema chiara di castagne  ( da utilizzare prima di servire)

    • purea di castagne
    • zucchero a velo
    • rum

    Amalgamare gli ingredienti in modo da creare una crema spalmabile.

    Farcire e ricoprire il rotolo con la crema di castagne e cioccolato e decorare con quella chiara facendola cadere da una grattugia per la julienne a fori stretti.

    Lasciare riposare in frigo per qualche ora.

    Vi lascio augurandovi un buon fine settimana con queste foto, non belle ma significative, del passaggio delle gru … momenti davvero emozionanti che in questo periodo attendo sempre con ansia …

    grub1  gru2b

    gru3b  gru41

    Read Full Post »

    Un dolce piacevole che ha accompagnato  alcune serate di quest’estate .

    L’idea l’ho presa sul forum di Cookaround , ho solo modificato alcune cose ( impasto del rotolo al cacao invece che classico e dosi della crema leggermente diverse ), ma se vi va potete provarlo anche nella versione originale.

    Per il ROTOLO

    • 4 uova
    • 110 g di zucchero
    • 90 g di farina
    • 30 g di caco
    • 1 bustina di vanillina

    Montare le uova fino a che non diventano chiare a spumose e aggiungere il cacao, la farina e la vanillina setacciati con una spatola facendo attenzione a non smontare l’impasto . Stendere su una teglia rettangolare rivestita  con carta da forno ed infornare a 180° per , circa, 10 min.

    Una volta cotto, ancora caldo, eliminare la carta , adagiare su un canovaccio bagnato e ben strizzato , arrotolare e lasciare raffreddare.

    Per la CREMA :

    • 185 g di burro
    • 3 cucchiai di cacao
    • 80 g di zucchero a velo
    • 100 ml di panna fresca semimontata
    •  liquore strega
    • marmellata di albicocche
    • cioccolato fondente ( 50 g circa )

    Con le fruste amalgamate il burro con lo zucchero ed il cacao  aromatizzando con il liquore, mettere in frigo per una decina di minuti ( la crema non deve solidificarsi ) .

    Aggiungere la panna poco per volta con una spatola cercando di non smontarla ( è necessario che i due composti siano freddi ).

    Spalmare sul rotolo prima un velo di marmellata e terminare con la crema, arrotolare  e decorare con del cioccolato fondente sciolto a bagnomaria.

    Read Full Post »

     

    Questa torta l’ho devvero preparata all’ultimo momento, ho saputo della cena di ieri sera,  ieri  pomeriggio e visto che l’occasione era dare il benvenuto alla zia di mio marito venuta dagli Stati Uniti ho cercato di preparale un dolce carino …  non ero molto ispirata … l’idea di partenza era diversa  ma poco fattibile in così breve tempo e quindi è andata così …

    La foto è pessima perchè scattata di fretta mentre mia figlia e mia nipote ( la grande ) cercavano di rubacchiare qualche fiorellino da mangiare e, in effetti, qualcuno manca all’appello …

    Ho preparato anche un rustico ( il ventaglio delle Simili) che stasera è venuto veramente bene ma purtroppo non ho le foto…

    Il dolce è molto alto in stile tipicamente americano  ed è molto veloce da fare… non avendo molto tempo ho dovuto inventarmi qualcosa …

    Si alternano strati di pasta sfoglia ( già pronta ) a savoiardi inzuppati nel caffè aromatizzato alla cannella, il tutto fracito con una crema come questa   ( ho utilizzato 1 Kg di mascarpone) con soli 100 ml di panna e su ogni strato una abbondante spolverata di cacao amaro …

    La copertura è in fondente( è la prima volta che uso quello marrone e vi assicuro che per stenderlo ci vogliono i muscoli… ) i fiorellini e quella specie di fiocco sono in cioccolato plastico.

     

    Ps

    Scusate la latitanza ma questi sono davvero giorni da dimenticare …

    Read Full Post »

     

    Prima di parlarvi di questo dolce volevo ringraziare tutti coloro che si sono soffermati sul mio post precedente, scritto con il cuore …

    L’amore per la mia terra è smisurato e lo è anche per la cultura ” contadina” , non potrebbe non esserlo, perchè ( nonostante i tanti difetti) è sana, ” vera” e genuina …  per nulla costruita , ma semplice e spontanea …

    Il mio ” disprezzo”  ( finalmete riesco a dirlo ) va a tutte quelle persone che credono di essere ( in ragione non so di cosa) un po’  “più vicine a dio” e come tali  prendono totalmente le distanze da questo mondo che ritengono  sia il caso di emarginare … che pensano, in generale, che i più deboli economicamente, mentalmente o “nozionisticamente” ( la Cultura è un’altra cosa ) siano da tenere alla larga e non degni di rispetto …

    Riscusate lo sfogo , ma la precisazione era  necessaria

     

    Tornando al dolce :

    la mia passione per le crostate credo ormai sia nota  a tutti ( ne ho un’altro paio da mostrarvi ) , con questa credo di aver raggiunto un buon risultato, si potrebbe migliorare qualcosa ma devo dire che è piaciuta molto …

    Per la frolla ho utilizzato la pasta avanzata dalla doppia dose di questa ricetta ;

    Per il ripieno :

    70 g di cioccolato fondente

    250 g di mascarpone

    3/ 4 cucchiai di zucchero a velo

    100 ml di panna fresca

    semi di vaniglia q. b.

    caffè zuccherato

    ritagli di pan di spagna o savoiardi

    cacao amaro

    Stendere la pasta  e rivestire uno stampo per crostata  ( nel mio caso era di 21 cm ma non era una dose intera ), bucherellare il fondo della pasta con i rebbi di una forchetta e rivestirla con carta da forno; riempirla con gli appositi pesetti o con fagioli, riso o altro ed infornarla a 170/ 175 ° per circa 15 min, togliere i pesi e rimettere in forno fino a farla dorare.

    Una volta raffreddata la pasta spennellare l’interno con il cioccolato sciolto a bagnomaria e fare raffreddare bene.

    Nel frattempo  con delle fruste sbattere il mascarpone con lo zucchero e i semi di vaniglia aggiungendo la panna a filo ( importante non dilungarsi nell’operazione altrimenti il tutto si smonta) ; mettere in frigo a riposare .

    Una volta raffreddati tutti gli ingredienti passare alla composizione del dolce :

    versare sul fondo della frolla qualche cucchiaio di crema al mascarpone, livellarla e spolverare con il cacao, adagiare i savoiardi ( o pan di spagna) inzuppati nel caffè e con una sac a  poche creare dei ciuffi con la crema rimasta.

    Prima di servire spolverare con abbondante cacao .

    L’unica nota negativa :

    la frolla ha una consistenza diversa rispetto al ripieno  che costringe a mangiare il biscotto con le mani quindi sarebbe più pratico utilizzare degli stampini monoporzione …

    ..sarà che amo le crostate, sarà che il mascarpone mi fa impazzire ma a me questo dolce è piaciuto un sacco …

    Questa ricetta partecipa al meme “L’angolo del caffè” di imma:

    Read Full Post »

     

    … ho dovuto rifarla, altrimenti non avrei potuto dormire tranquilla, lo so che sono pazza, lo pensano in molti anche se non me lo dicono, ma non ci posso fare niente…

    il risultato era quello che mi aspettavo, non è perfetta, anche perchè non credo che la perfezione esista, ma è comunque NON  come mi era stata descritta… mi sento sollevata!!!

    Ho utilizzato le stesse dosi di quella “incriminata” e gli stessi tempi… inserisco la foto della fetta, non molto bella a vedersi, ma non è quello che mi interessava…  e anche la ricetta così che se qualcuno ha voglia di provarla …

     

    per il pan di spagna :

    12 uova

    360 g di zucchero

    300 g di farina

    scorza di limone q.b.

    sale

     

    Montare le uova con lo zucchero  e un pizzico di sale fino a quando non diventano gonfie.

    Con  il kenwood  inizio con la prima velocità poi passo alla quarta per circa 5 minuti e poi alla sesta fino a che non raggiungono la consistenza giusta in tutto saranno  circa 15 minuti.

    Aggiungere la scorza di limone e la farina setacciata mescolando con  una spatola con movimenti dal basso verso l’alto per non fare sgonfiare il composto.

    Infornare a 165° per 25/30 min.

    Per la crema :

    500 ml di latte intero

    2 uova intere

    150 g  di zucchero

    40 g di farina

    30 g di cacao

    mezza bacca di vaniglia

    200 g di cioccolato fondente ( 70 % di cacao) tritato

    sbattere le uova con lo zucchero, aggiungere la farina ed il cacao setacciati, versare il latte a filo, aggiungere la vaniglia e fare addensare, togliere la vaniglia e  aggiungere il cioccolato tritato mescolando fino a quando non si è sciolto, lasciare reffreddare.

    inoltre:

    700* ml di sciroppo ( ricavato dall’ebollizione di acqua zucchero e scorzette di limone ed aromatizzato allo strega)

    * per me sarebbero bastati anche 650 ml

    Una volta farcita lasciare riposare in frigorifore almeno 24 ore.

    Questa, invece è l’altra torta preparata sempre per la prima comunine  visto che me ne era stata chiesta anche una più piccola …

    Read Full Post »

    Rieccomi, finalmente!!!

    Questi giorni sono stati davvero pieni tanto da non poter nemmeno accedere al blog salvo che per qualche minuto; voglio scusarmi, quindi, con tutti voi per non esere riuscita a salutarvi tutti, rimedierò …

    Finalmante riesco ad inserire la mia ricetta del tiramisù che dedico molto volentieri a Mariluna :

    E’ da qualche tempo che preparo questo dolce con la crema pasticcera al posto delle uova crude che non riesco a consumare molto facilmente, il risultato è davvero  molto buono.

    Per il pan di spagna:

    5 uova

    150 g di zucchero

    150 g di farina

    sale

    aromi facoltativi ( in questo caso non ho utilizzato nessun aroma)

    sbattere le uova con lo zucchero ed un pizzico di sale fino a renderle gonfie e sode, aggiungere la farina, facendola cadere da un setaccio, mescolando con una spatola con movimenti dal basso verso l’alto.

    Cuocere a 160° per 25 min circa.

    Per la crema :

    1 uovo

    4 cucchiai di zucchero

    2 cucchiai di farina

    250 ml di latte intero

    semi di vaniglia

    mescolare le uova con lo zucchero, aggiungere la farina e i semi di vaniglia, diluire con il latte, mettere sul fuoco e fare addensare.

     

    inoltre:

    1 confezione piccola di mascarpone 

    200 ml di panna montata

    cacao

    caffè zuccherato aromatizzato alla cannella

    cioccolato fondente extra tritato

     

    Unire la crema al mascarpone con le fruste e aggiungere la panna con una spatola per non smontare il composto:

    Comporre il dolce ( ho utilizzato 4 stampi per mini zuccotto e una pirofila ovale) :

    tagliare il pan di spagna a strisce e adagiarlo sul fondo dello stampo, bagnare con il caffè e versare una parte della crema; spolverare con cacao e continuare fino ad esaurimento degli ingredienti.
    Alla fine decorare con il cioccolato tritato

    In questo post molto probabilmente ho concentrato troppe cose ma non potevo farne a meno; mi rendo conto di aver tante cose da dire e poco tempo a disposizione…

    Negli ultimi giorni ho ricevuto una valanga di premi ( credo che siate devvero troppo buoni con me, li merito davvero??? )  purtroppo non sono riuscita a d inserirli prima, mi scuso con tutti e passo ai ringraziamenti :

    da Farfallina, Mamma 3 , Rosalba.

     

    da parole di burro ( non ho dimenticato la dedica!!! )
    Per quanto riguarla il meme musicale eccolo qui

     

    da Cannelle.

    Non trovo le parole per ringraziarvi… posso solo dire che sono felicissima di aver intrapreso questa avventura che mi ha permesso di conoscere, seppur virtualmente, tutti voi…

    Dietro queste pagine ci sono delle persone vere che gioiscono e  soffrono della vita quotidiana, affrontandola con grande forza…

    Grazie a tutti perchè mi state insegnando cos’è il coraggio e la voglia di vivere nonostante tutto…

    GRAZIE!!!
    Non riassegno i premi visto che l’ho già fatto …

    Prima di chiudere questo ” trattato” ho una richesta da fare a tutti voi e per questo prendo spunto da Mariluna :
    sto cercando la ricetta del ” pan di spagna perfetto” adatto alle dosi minime ma anche a quelle più abbondanti; tempi di cotture e modalità,  forno preriscaldato o forno freddo, ventilato o statico… fatemi sapere…

    In questi giorni ho fatto molti pastrocchi per riuscire a ricavare una ricetta che potesse andare bene per una dose di dieci uova, mi farebbe piacere conoscere la vostra…

    Un bacio a tutti!!!

    Read Full Post »

    Era da qualche empo che pensavo di scrivere questa ricetta , ma non avendo a disposizione la foto del dolce non decorato non l’ho mai fatto; visto che mi è stata chiesta più di una volta ho deciso di inserirla e , non appena la rifaccio, provvedo a scattare qualche foto.
    E’ un doce davvero buono e facile da preparare :

    5 uova

    250 g di zucchero

    100 g di farina 00

    50 g di cacao amaro

    150 g di farina di cocco

    100 g di olio extra vergine di oliva

    100 g di latte

    1 bustina di lievito vanigliato

    un pizzico di sale.

    Per farcire e decorare :

    un barattolo di nutella

    Sbattere le uova con lo zucchero, aggiungere la farina, il cocco,  il lievito, il cacao e il pizzico di sale, alternando con il latte e l’olio.

    Cuocere a 160° per circa 40 minuti, facendo la ” prova stecchino”, deve risultare asciutta ma non secca.

    Lasciare raffreddare e dividere in due dischi, farcire con la nutella, lasciandone un poco per la copertura;

    Chiudere e spalmarvi sopra la nutella lasciata da parte; spolverare con della farina di cocco.

    Consumare preferibilmente il giorno successivo.

    Questa è la torta decorata.

    Read Full Post »