Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘funghi’

In questi giorni la primavera è solo un miraggio quindi posso riaprire la mia “dispensa fotografica”  ed utilizzare un po’ di ricette arretrate . Per questo piatto non posso non fare dei ringraziamenti che in quest’epoca di “copioni”  effettivamente si sprecano … E ‘ sempre un emozione ricevere dei complimenti ma  non capisco come il nostro ego possa trarre vantaggio da qualcosa che sappiamo non essere nostra … misteri della psiche!

Circa un mese fa avevo organizzato una cena all’ ultimo minuto,  e volevo preparare qualcosa di buono , abbastanza veloce e  che fosse d’effetto …  i porcini sono un ingrediente fondamentale nella mia famiglia e nella mia cucina , e la pasta con funghi e salsiccia non passa mai di moda …  l’importante è cercare di renderla sempre attuale …

Un’idea frullava nella mia testolina come il desiderio di usare i mie anelli monoporzione superprofessionali e supercostosi : uno sformatino di pasta monoporzione!  Mi mancava qualcosa, quel pizzico in più che fa la differenza ad ecco che grazie ai suggerimenti di Marcello è nato questo piatto : l’estetica è da migliorare ( una cosa che non mi è piaciuta è stata la mancata doratura larerale dovuta, probabilmente, allo spessore degli anelli ) ma vi assicuro che è stato un vero successo … un piatto deciso e delicato al tempo stesso … GRAZIE MILLE CHEF!!!

sformatini

SFORMATINI DI SPAGHETTI DI GRAGNANO con salsiccia, porcini e salsa al mascarpone.

Per la besciamella ai porcini :

  • 500 ml di latte
  • 40 g di farina
  • 50 g di burro
  • porcini fresci q.b.
  • olio extra vergine di oliva q.b.
  • aglio 1 spicchio
  • sale

Preparare la besciamella facendo ” tostare” la farina nel burro aggiungere il latte e far cuocere fino a raggiungere la consistenza desiderata ( nel mio caso abbastanza fluida), regolare di sale.

Rosolare i porcini nell’olio con l’aglio , tritarne una parte ed aggiungerla alla besciamella, tenere gli altri per la decorazione.

per il condimento alla salsiccia :

  • 4 salsicce fresche di maiale
  • olio extra vergine di oliva q.b.
  • 1 spicchi d’aglio
  • vino rosso ( Aglianico irpino)
  • semi di finocchio

Lasciare rosolare la salsiccia, privata dell’ intestino e tritata grossolanamente, con l’olio, lo spicchio d’aglio ed i semi di finocchio, sfumare con il vino rosso e cuocere per circa dieci minuti.

inoltre :

  • 500 g di spaghetti di Gragnano trafilati al bronzo
  • scamorza
  • qualche cucchiaio di mascarpone
  • latte fresco
  • parmigiano grattugiato stagionato 30 mesi
  • prezzemolo
  • polvere di porcini secchi ( ottenuta tritando i funghi perfettamente asciutti nel mixer e passando la polvere da un setaccio fine )

Lessare gli spaghetti lasciandoli molto al dente, condire la pasta con la besciamella, la salsiccia, abbondante formaggio e prezzemolo tritato . Versare la pasta, con l’aiuto di un mestolo e di una forchetta, nei cerchi di acciaio precedenemente imburrati  ( ne verranno fuori 8 ) ed inserire al centro un pezzetto di scamorza.  Cospargere la superfice con altro parmigiano ed infornare a 200 ° per circa15 minuti o fino a doratura.

Servire su una salsa preparata con del mascarpone e del parmigiano gratugiato stemperati con il latte , decorare con i porcini tenuti da parte e spolverare con la polvere di funghi.

Annunci

Read Full Post »

La serata di domenica, a parte  la parentesi sportiva alquanto negativa, resterà per me un ricordo dolcissimo e golosissimo…

Finalmente, dopo anni ( non esagero) passati a cercare di convincere mia mamma a rimettere in funzione il nostro caro e vecchio forno  ci sono riuscita!!!

A sentire quei profumi sono ritornata bambina …

Si tratta di un forno praticamente uguale a quello a legna ma con la differenza che ha un buco centrale nel quale deve passare la fiamma che dovrà riscaldarlo e per farlo viene utilizzata la paglia :

 

Utilizzare questo forno con il caldo di questi giorni non è davvero semplice considerando che ci vuole un’ora affinche si riscaldi ( le pareti e la superfice in mattoni devono diventare bianche), e la povera mamma, al solito, si è sacrificata…

Una volta riscaldato bisogna pulirlo e fargli raggiungere la giusta temperatura raffreddandolo e per questo si utilizzano degli stracci, legati ad un asta e bagnati continuamente in acqua fredda (la temperatura ideale per la pizza si raggiunge dopo aver fatto circa 3 volta questa operazione)…

E’ davvero un lavoro lungo, se si pensa poi che si fa in un posto semichiuso e pieno di fumo…

Vi assicuro, però,  che ne vale la pena…

Per l’occasione ho impastato 2 chili di farina e abbiamo ottenuto 2 teglie di pizza, 3 calzoni belli grandi e tre pizze tonde ( è finito tutto) :

2 kg di farina ( ho utilizzato una miscela speciale di Spadoni  ” Vesuvio”che era stata regalata a mio marito da un pizzaiolo napoletano ) va bene quella che di solito utilizzate per la pizza

20 g di lievito di birra

4 cucchiai di zucchero

100 ml di olio extra vergine di oliva

acqua  a temperatura ambiente( circa 1 litro )

sale qb ( io vado ad occhio)

 

inoltre:

pomodori pelati

basilico

olio extra vergine di oliva

funghi champignon

mozzarella

rucola

parmigiano

pomodorini

prosciutto crudo

 

Sciogliere il lievito e lo zucchero in poca acqua tiepida e lasciare riposare per una decina di minuti.

versare nel resto degli ingredienti e lavorare a lungo ( l’impasto dev’essere morbidissimo ma non appiccicoso)

Lasciare lievitare in luogo fresco,a riparo da correnti, fino al raddoppio; formare delle palline e mettere in frigorifero  coperte.

Tirare fuori circa un ora prima dell’ulilizzo.

 

Pomodoro, mozzarella, funghi e prosciutto

 

 

 

Calzoni ( morbidissimmi )

 

Ps

mi scuso per le foto davvero pessime ( il mio cellulare non può tutto)  ma era quasi buio ed ero di fretta …  la pizza si sà va magiata calda …  

Read Full Post »