Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘pomodorini’

Vabbè saranno ” leggermente” pesanti ma io li adoro, amo molto questo ortaggio e lo utilizzo in svariati modi questo è uno dei tanti.

Inserisco due versioni per il ripieno una molto semplice a l’altra più ricca e che ho imparato dalla nonna di mio marito :

PEPERONI RIPIENI

– ripieno versione N.1

  • mollica di pane raffermo
  • scamorza
  • parmigiano grattugiato
  • origano secco
  • basilico fresco
  • olio extra vergine di oliva
  • sale

 

– ripeno versione N.2

  • mollica di pane raffermo
  • alici sott’olio
  • pinoli
  • uvetta ammollata in acqua calda
  • uova ( la quantità è dettata dal prorpio gusto, potrebbero anche non essere utilizzate )
  • parmigiano grattugiato
  • prezzemolo
  • olio extra vergine di oliva
  • sale
  • pepe

 

inoltre :

  • pane raffermo
  • pomodorini
  • olio extra vergine di oliva
  • aglio

 

Svuotare i peperoni, farcire e  chiudere con un cubetto di pane ( una volta cotto è la parte che preferisco )  affinchè il ripieno non fuoriesca durante la cottura.

Mettere in una teglia da forno, condire con olio e  sale, aggiungere qualche spicchio d’aglio, dei pomodorini ( io li ho utilizzati interi ) e cuocere a 180° per circa 30 min.

A cottura ultimata spolverare con origano secco.

Servire caldi o tiepidi.

Read Full Post »

La serata di domenica, a parte  la parentesi sportiva alquanto negativa, resterà per me un ricordo dolcissimo e golosissimo…

Finalmente, dopo anni ( non esagero) passati a cercare di convincere mia mamma a rimettere in funzione il nostro caro e vecchio forno  ci sono riuscita!!!

A sentire quei profumi sono ritornata bambina …

Si tratta di un forno praticamente uguale a quello a legna ma con la differenza che ha un buco centrale nel quale deve passare la fiamma che dovrà riscaldarlo e per farlo viene utilizzata la paglia :

 

Utilizzare questo forno con il caldo di questi giorni non è davvero semplice considerando che ci vuole un’ora affinche si riscaldi ( le pareti e la superfice in mattoni devono diventare bianche), e la povera mamma, al solito, si è sacrificata…

Una volta riscaldato bisogna pulirlo e fargli raggiungere la giusta temperatura raffreddandolo e per questo si utilizzano degli stracci, legati ad un asta e bagnati continuamente in acqua fredda (la temperatura ideale per la pizza si raggiunge dopo aver fatto circa 3 volta questa operazione)…

E’ davvero un lavoro lungo, se si pensa poi che si fa in un posto semichiuso e pieno di fumo…

Vi assicuro, però,  che ne vale la pena…

Per l’occasione ho impastato 2 chili di farina e abbiamo ottenuto 2 teglie di pizza, 3 calzoni belli grandi e tre pizze tonde ( è finito tutto) :

2 kg di farina ( ho utilizzato una miscela speciale di Spadoni  ” Vesuvio”che era stata regalata a mio marito da un pizzaiolo napoletano ) va bene quella che di solito utilizzate per la pizza

20 g di lievito di birra

4 cucchiai di zucchero

100 ml di olio extra vergine di oliva

acqua  a temperatura ambiente( circa 1 litro )

sale qb ( io vado ad occhio)

 

inoltre:

pomodori pelati

basilico

olio extra vergine di oliva

funghi champignon

mozzarella

rucola

parmigiano

pomodorini

prosciutto crudo

 

Sciogliere il lievito e lo zucchero in poca acqua tiepida e lasciare riposare per una decina di minuti.

versare nel resto degli ingredienti e lavorare a lungo ( l’impasto dev’essere morbidissimo ma non appiccicoso)

Lasciare lievitare in luogo fresco,a riparo da correnti, fino al raddoppio; formare delle palline e mettere in frigorifero  coperte.

Tirare fuori circa un ora prima dell’ulilizzo.

 

Pomodoro, mozzarella, funghi e prosciutto

 

 

 

Calzoni ( morbidissimmi )

 

Ps

mi scuso per le foto davvero pessime ( il mio cellulare non può tutto)  ma era quasi buio ed ero di fretta …  la pizza si sà va magiata calda …  

Read Full Post »

Questo piatto è davvero semplicissimo… c’è poco da dire, ma voglio mostrarvelo perchè mi pace un sacco.

tagliolini all’uovo

gamberi ( io ho usato quelli surgelati)

pomodorini

olio evo

aglio

prezzemolo

vino bianco o cognac

sale

Preparare il condimento facendo rosolare  per qualche secondo i gamberi sgusciati in olio e aglio; sfumare con il vino e fare evaporare; aggiungere i pomodorini tagliati a metà e cuocere per pochissimi secondi aggiustando di sale, se necessario.

Saltare la pasta, scolata molto al dente , nel sugo di gamberi, aggiungendo, per non fare asciugare, l’acqua di cottura dei tagliolini.

Spolverare con abbondante prezzemolo e servire.

Read Full Post »