Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘uova’

 
Pensando alla cucina tipica irpina mi rendo conto che molti piatti non sono proprio leggerissimi, ma senza dubbio, gustosi. Appartengono, quasi tutti, alla tradizione contadina ( i miei nonni, come tanti altri, ancora coltivano la terra: seminano il grano , piantano i pomodori, peperoni, cipolle, mais, fagioli e chi più ne ha più ne metta; allevano galline e conigli ed hanno un maiale che per loro è come un figlio…) e si compongono di pochi e semplici ingredienti …
La carne era davvero un “lusso” che ci si concedeva la domenica o nelle giornate di festa.
 
Piatto dal gusto deciso, molto buono e poco primaverile ma, considerando il diluvio e la nebbia di questi giorni, tutto è tranne primavera …
 

1 pancetta di agnello ( circa 800g ) aperta a tasca *

3 uova

Parmigiano grattugiato ( in passato pecorino o formaggio di mucca ovvero, quello che i contadini avevano a disposizione)

Prezzemolo tritato

Pepe

Per il sugo:

Olio extra vergine di oliva

1 Cipolla a dadini

Pomodori pelati 1 litro

Mezzo litro di passata di pomodoro

* è preferibile che questa operazione venga fatta dal macellaio.

Sbattere le uova e unire abbondante formaggio , prezzemolo e pepe in modo da raggiungere una consistenza cremosa e non liquida.

Versare il composto nella pancetta e “ cucire” la tasca con ago e spago da cucina cercando di sigillare il bordo per non far fuoriuscire il ripieno.

Scaldare l’olio in una casseruola e far dorare cipolla, inserire la pancetta e far rosolare, aggiungere poi i pomodori pelati schiacciati e la passata di pomodoro.

Cuocere per circa due ore aggiungendo dell’ acqua, se necessario, per terminare la cottura.

Servire le fette irrorate con la salsa ottenuta.

Considerando che non si butta niente , men che meno in passato, il sugo può essere utilizzato per condire la pasta.

  

Read Full Post »

Era da qualche empo che pensavo di scrivere questa ricetta , ma non avendo a disposizione la foto del dolce non decorato non l’ho mai fatto; visto che mi è stata chiesta più di una volta ho deciso di inserirla e , non appena la rifaccio, provvedo a scattare qualche foto.
E’ un doce davvero buono e facile da preparare :

5 uova

250 g di zucchero

100 g di farina 00

50 g di cacao amaro

150 g di farina di cocco

100 g di olio extra vergine di oliva

100 g di latte

1 bustina di lievito vanigliato

un pizzico di sale.

Per farcire e decorare :

un barattolo di nutella

Sbattere le uova con lo zucchero, aggiungere la farina, il cocco,  il lievito, il cacao e il pizzico di sale, alternando con il latte e l’olio.

Cuocere a 160° per circa 40 minuti, facendo la ” prova stecchino”, deve risultare asciutta ma non secca.

Lasciare raffreddare e dividere in due dischi, farcire con la nutella, lasciandone un poco per la copertura;

Chiudere e spalmarvi sopra la nutella lasciata da parte; spolverare con della farina di cocco.

Consumare preferibilmente il giorno successivo.

Questa è la torta decorata.

Read Full Post »

Una ricetta davvero molto semplice ma che , dalle mie parti, è considerata una vera delizia.

Gli asparagi selvatici hanno un gusto molto deciso  a differenza di quelli coltivati che sono molto delicati, a molti possono non piacere, io li adoro!

Quanti ricordi !!! Che belle le passeggiate  per le campagne insieme ai mie genitori, tutti intenti a trovarne un bel mazzetto…

UOVA
ASPARAGI SELVATICI
CIPOLLA FRESCA
FORMAGGIO GRATTUGGIATO ( facoltativo)
OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA
SALE

Pulire e lavare gli asparagi eliminando la parte dura e spezzettare rigorosamente con le mani così da capire con facilità qual’è la parte meno tenera da eliminare ( arrivati al punto in cui non sono più buoni non si spezzano ma si piegano… )
Sbattere le uova ed aggiungere il formaggio ed il sale.
Rosolare in una padella la cipolla affettata finemente e gli asparagi con l’olio, aggiungendo,se necessario, poca acqua per non fa rinsecchire il tutto, salare leggermente ed aggiungere le uova cuocendo entrambi i lati della frittata.

PS
Ci sono anche altre versioni per cucinarla: alcuni mettono anche i peperoni secchi, la pancetta o il salame…
La ricetta che ho inserito è, naturalmente, quella della mia famiglia.

Read Full Post »