Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘uvetta’

Vabbè saranno ” leggermente” pesanti ma io li adoro, amo molto questo ortaggio e lo utilizzo in svariati modi questo è uno dei tanti.

Inserisco due versioni per il ripieno una molto semplice a l’altra più ricca e che ho imparato dalla nonna di mio marito :

PEPERONI RIPIENI

– ripieno versione N.1

  • mollica di pane raffermo
  • scamorza
  • parmigiano grattugiato
  • origano secco
  • basilico fresco
  • olio extra vergine di oliva
  • sale

 

– ripeno versione N.2

  • mollica di pane raffermo
  • alici sott’olio
  • pinoli
  • uvetta ammollata in acqua calda
  • uova ( la quantità è dettata dal prorpio gusto, potrebbero anche non essere utilizzate )
  • parmigiano grattugiato
  • prezzemolo
  • olio extra vergine di oliva
  • sale
  • pepe

 

inoltre :

  • pane raffermo
  • pomodorini
  • olio extra vergine di oliva
  • aglio

 

Svuotare i peperoni, farcire e  chiudere con un cubetto di pane ( una volta cotto è la parte che preferisco )  affinchè il ripieno non fuoriesca durante la cottura.

Mettere in una teglia da forno, condire con olio e  sale, aggiungere qualche spicchio d’aglio, dei pomodorini ( io li ho utilizzati interi ) e cuocere a 180° per circa 30 min.

A cottura ultimata spolverare con origano secco.

Servire caldi o tiepidi.

Read Full Post »

 

 

Un dolce davvero piacevole che avrei volentieri abbinato a della crema inglese ma , haimè, non me ne è stato dato il tempo …

Sarà per il prossimo anno visto che , almeno per le piante della mia famiglia, questi erano gli ultimi frutti…

L’autunno, ormai, è arrivato e con lui la mia malinconia …

… dovuta a nulla , dovuta a tutto, non so … è così e passerà, spero …

 

Per la frolla :

  • 1 uovo
  • 250 g di farina
  • 100 g di zucchero
  • 140 g di burro
  • la scorza grattugiata di mezzo limone

Impastare velocemente tutti gli ingredienti e riporre in frigo per almeno mezz’ora.

Per il ripieno :

  • fichi ( nel mio caso neri )
  • uvetta ( ammollata in acqua calda )
  • noci
  • mandorle
  • zucchero
  • cannella
  • fette biscottate o pan grattato

Stendere la frolla e ricestire uno stampo per crostate; cospargere il fono con le fette biscottate sbriciolate

 o il pan grattato.

Sbucciare i fichi, dividerli a metà e rivestire il fondo di frolla; cospargerli di uvetta e frutta secca tritata grossolanamente; spolverare il tutto con zucchero precedentemente miscelato alla cannella .

Cuocere a 170° per circa 40 min.

Read Full Post »

 

Passato il post musicale che, credo, ben mi rappresenti ora come non mai, rieccomi di nuovo a parlar di cucina, più o meno …

In questi giorni la “vena cucinifera” scarseggia , in effetti questa settimana ho combinato davvero molto poco, speriamo meglio nella prossima…

Ma questo kugelhopf era da tanto che volevo provarlo e così …

La ricetta l’ho presa da ” La ciliegina sulla torta” e ve la riporto anche qui  con qualche piccola modifica tra parentesi:

 
500 g di farina forte (Manitoba)
150 ml di latte tiepido ( a me sono bastati 50 ml )
7 g di lievito di birra disidratato
130 g di burro fuso freddo
4 uova leggermente sbattute
100 – 120 g di zucchero
una bacca di vaniglia
la scorza di un limone
150 g di uvetta
brandy o rum ( ho utilizzato il cointreau)
mandorle intere per decorare ( non le avevo )

 

 
Lavare l’uvetta e metterla in ammollo nel cointreau. Versare nel recipiente della planetaria il latte tiepido, il burro, lo zucchero, i semi di vaniglia, la scorza di limone grattugiata ed un pizzico di sale e mescolare velocemente il tutto. Unire le uova e la farina con il lievito ed impastare a bassa velocità, quando tutti gli ingredienti saranno ben amalgamati aumentare di poco la velocità e continuare a sbattere l’impasto fino a quando non sarà lucido, elastico e si staccherà perfettamente dalle pareti del contenitore. A questo punto, a velocità molto bassa, unire l’uvetta ben sgocciolata e lavorare quanto basta per far si che questa si distribuisca uniformemente nell’impasto. Imburrare uno stampo per kugelhopf da due litri, sistemare una mandorla ( se le avete ) in ogni scanalatura del fondo e distribuirvi l’impasto, coprire con un panno umido e lasciar lievitare in un luogo tiepido fino a quando l’impasto non avrà completamente riempito lo stampo (da due a tre ore, in inverno ci vorrà di più). Infornare in forno preriscaldato a 180°C e cuocere per 35/40 minuti; coprire con un foglio di alluminio non appena la superficie del dolce risulterà dorata. Verificare la cottura con uno stecchino di legno e, una volta cotto, sformare per far fuoriuscire tutta l’umidità. Servire  spolverato con abbondante zucchero a velo.

Read Full Post »